Crocchette di patate e formaggio

Puedes compartir en:

Le crocchette sono gustose: croccanti di fuori, con un cuore cremoso all’interno e si possono mangiare con le mani. Si può chiedere altro? Secondo me, un piatto che piace moltissimo ai bambini, ma che continua a essere uno degli spuntini “finger food” preferiti di molti adulti. E pure con il formaggio che si scioglie in bocca… mmmm, deliziose.

E perché non farlo insieme ai bambini della casa? Mettere le mani nell impasto e modellare le crocchette è un compito che possiamo delegare a quelle piccoli mani pronte ad aiutare in cucina.

Le crocchette sono semplice da fare.  Essenzialmente sono un impasto di patate ai cui si aggiunge sia il formaggio che altri ingredienti (carne, salumi o verdure), si amalgama bene e si passano nel pangrattato per poi friggere e mangiare ben calde in un boccone.

Ho letto che le crocchette hanno la loro origine nella cucina di riutilizzo francese. La cucina di riutilizzo è quella che facevano soprattutto le nostre nonne e mamme che, con non poche abilità e creatività riuscivano a creare un nuovo piatto da avanzi del giorno precedente con l’aggiunta di piccole quantità di altri ingredienti che si potevano trovare in frigo o in dispensa.

Oggi presentiamo una ricetta deliziosa fatta con 3 ingredienti principali: patate, formaggio e uova. In modo che il sapore sia davvero speciale, ho usato una miscela di due formaggi italiani: scamorza affumicata e provolone. Entrambi i formaggi vengono ammorbiditi dal calore di cottura ed quando si mangia la crocchetta abbiamo i fili di formaggio che le rendeno ancora più appetitose.

Per l’impanatura, mantenendo sempre lo spirito senza glutine, ho usato la farina di mais finissima tipo fioretto. Questa può perfettamente essere sostituita con il panegrattato senza glutine se lo avete, ma preferisco la farina di mais per due motivi. In primo luogo, perché è un ingrediente più naturale (almeno non è un mix industriale), e ne ho sempre a casa perché è molto versatile (vedrete nelle mie ricette che lo uso molto spesso). In secondo luogo perché si otterrà una pellicola esterna molto sottile e croccante. Secondo la mia teoria, con questo film sottile e croccante la crocchetta esalta il suo sapore originale di patate e formaggio, e non si eccede col sapore di panegrattato.

 

antojossingluten_croquetas_2

Ora che sicuramente già non puoi resistere alla tentazione di mangiare queste deliziose crocchette, ecco la ricetta.

iconos_separador

Ingredienti

Icone senza glutine

iconos_mini-chef

iconos_preparacion-30

iconos_coccion-20

Dose per 4 – 6 persone

iconos_separador

antojossg_croquetas_2

1 kg di patate

140 g di uova (circa 3 uova)

50 gr di formaggio provolone grattugiato o tagliato a cubetti molto piccoli

50 gr di scamorza affumicata a cubetti piccoli (o qualche altro formaggio semiduro che non rilasci acqua durante la cottura)

100 gr di farina di mais (tipo fioretto)

olio extra vergine di oliva

sale e pepe

abbondante olio di arachidi per friggere

 

Varianti

Alcune opzioni di ingredienti da aggiungere alla fine della procedura prima d’impanare e così ottenere alcune varianti sono: prosciutto cotto o erba cipollina, sempre tagliata piccola.

Preparazione

Lavate bene le patate e fatele bollire (ancora con la buccia) ben coperte in acqua circa per 25 minuti. Aggiungete il sale all’acqua di cottura circa 15 minuti dopo che inizi a bollire. Una volta che le patate sono cotte e morbide, toglietele dell’acqua una ad una, lasciatele leggermente intiepidire  e sbucciatele avendo cura di non bruciarvi. Schiacciarle ancora a caldo ottenendo un purè omogeneo (si può fare in un mixer se è più comodo). Lasciate raffredare il purè in una ciotola mentre tagliate il formaggio.

Una volta che il purè è a temperatura ambiente, aggiungete le uova leggermente sbattute ed i formaggi. Unite bene il tutto, condite con il pepe e aggiustate di sale. Si deve ottenere un impasto morbido ma non appiccicoso, in modo tale da poter formare le crocchette con le mani. Mettete la farina di mais in un piatto piano. Prelevate un cucchiaio di impasto e con le mani modellate le crocchette nella forma che più vi piace, poi passatele nella farina di mais rotolando in modo da coprire tutta la superficie. Disponete le crocchette pronte da friggere su una teglia o piatto coperto di carta di forno.

Nota: Non hai bisogno di passare prima nell’uovo poiché la stessa umidità dell’impasto permette alla farina di attaccarsi.

Consiglio: Alla fine della preparazione utilizzate le briciole di patate e farina per formare delle piccole palline che poi servirano per verificare la temperatura dell’olio.

antojossg_croquetas_3

Per friggere le crocchette scaldare abbondante olio di arachidi in una padella (o friggitrice). Cercare di mantenere costante la temperatura a 170 ° C. Si può verificare quando la temperatura è adeguata se mettete una delle piccole palline nel’olio e si osservano delle bollicine intorno. Se non fa le bollicine, riscalda ancora l’olio per qualque minuto e prova con un’altra pallina. Non dimenticare di rimuovere le palline prima di cuocere le crocchette perché possono bruciare e lasciare un sapore sgradevole.

crocchette di cottura

Friggete le crocchette poche per volta girandole con una schiumarola. Quando diventano dorate, toglietele dall’olio e scolatele su carta assorbente prima di servire.

Cotte al forno

Le crochette si potrebbero comunque cuocere in forno. Disponete le crochette su una teglia coperta di carta dai forno e aggiungete un filo d’olio sulle crocchette. Riscaldate il forno a 200 gradi circa e cuocete per 10 minuti, girate le crochette e cuocete altri 10 minuti.

antojossg_croquetas_5

 

Consiglio per conservazione

Le crocchette possono essere congelate da crude e si mantengono in freezer per un paio di mesi almeno. Quando si vogliono consumare, toglietele dal freezer e lasciatele scongelare a temperatura ambiente circa 1 ora. Poi potete friggerle normalmente.

Per congelare le crocchette, prendete una teglia che se può mettere poi in freezer. Coprite la base con una pellicola di plastica. Disponete sopra le crocchette avendo cura di tenerle separate. Coprite con un’altra pellicola e mettete a congelare per una mezz’ora o fino a quando siano sufficientemente rigide. Estraete dal freezer e mettetele  in un sacchetto adatto, rimuovendo l’aria e chiudendo ermeticamente.

iconos_separador

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Guardar

Guardar

Guardar

Guardar

Guardar

Guardar

Guardar

Puedes compartir en:

Rispondi